La politica cinese nel mondo e in Asia centrale. Implicazioni per l'Occidente

Questo studio si propone di presentare al lettore alcune recenti dinamiche della potenza cinese nel mondo e in Asia centrale, soffermandosi sulla sempre più stretta collaborazione tra Pechino e Mosca nel continente eurasiatico e sulle sue implicazioni per l’Occidente. Il lavoro è suddiviso in quattro parti. Nella prima parte viene presentata una panoramica della potenza cinese e dell’evoluzione della sua presenza internazionale. La seconda parte si concentra sugli assi principali della politica estera cinese negli ultimi anni. La terza parte focalizza l’attenzione sulla strategia di Pechino in Asia centrale, analizzando, in particolare, l’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai (Shangai Cooperation Organization, SCO) e le nuove relazioni politico-militari tra Pechino e Mosca. La quarta parte esamina le implicazioni di queste nuove dinamiche per l’Occidente.

Authors: 
Details: 
Roma, Senato, January 2008, 22 p.
Attachments: 
Issue: 
Approfondimenti. Contributi 84
Publication date: 
15/01/2008

Introduzione
1. La Cina
1.1. La potenza cinese oggi
1.2. La Cina durante l’era bipolare
1.3. Il post-Guerra fredda
2. Le priorità della politica estera cinese
2.1. Una strategia di buon vicinato
2.2. La normalizzazione dei rapporti con Russia e India
2.3. La Cina alla conquista delle risorse mondiali
2.4. Le relazioni con l’America e l’Europa
3. La strategia di Pechino in Asia centrale
3.1. La questione delle risorse
3.2. L’Organizzazione per la cooperazione di Shangai
3.3. La dimensione militare e di sicurezza
4. L’entente Cina-Russia e le sue implicazioni per l’Occidente
4.1. Una NATO dell’Est?
4.2. America ed Europa in Asia centrale
Conclusioni
Appendice. Esercitazioni militari dell’Organizzazione per la cooperazione di Shangai 2005-2007

Related content: 

Research area

Tag