Redefining sovereignty: the use of force after the end of the Cold War: new options, lawful and legitimate?

Scopo di questo progetto - lanciato nel 2000 e condotto in collaborazione con la Johann Wolfgang Goethe-Universität di Francoforte e l'Ohio State University College of Law di Columbus, Usa - è stato chiarire se e in qual caso, a parte la legittima difesa individuale o collettiva, sia legittima un'azione militare intrapresa da uno Stato o un gruppo di Stati senza mandato da parte delle Nazioni Unite. E' stato in particolare preso in considerazione il ruolo delle organizzazioni regionali nella realizzazione di interventi volti a ristabilire la pace e la sicurezza internazionali. La ricerca aveva approccio  interdisciplinare: venivano esaminati non solo gli aspetti legali, ma anche quelli politici, culturali ed etici dell'uso della forza. Gli interventi in Iraq, l'Afghanistan, Liberia, Sierra Leone e Ruanda sono stati oggetto di studi specifici. Particolare attenzione è stata, inoltre, dedicata alle implicazioni legali dell'attacco terroristico dell'11 settembre 2001.
Nell'ambito del progetto si sono svolte tre conferenze: a Roma il 24 e 25 novembre 2000 (cfr. Documenti IAI0017), a Francoforte il 7-8 giugno 2002 e in Ohio il 23-24 maggio 2003.

Ricercatori: 
Data inizio/fine:
 2000 - 2003
Contenuti collegati: 
(Pubblicazione) Redefining Sovereignty - 15/08/2005

Area di ricerca