Europe and Iran in a fast-changing Middle East: Confidence-building measures, security dialogue and regional cooperation

L’assetto regionale che si era affermato in Medio Oriente dopo la fine della Guerra Fredda è entrato in una fase di acuta crisi innescata dall’invasione e occupazione statunitense dell'Iraq e dallo sbilanciamento degli equilibri regionali che ne è conseguito e che ha condotto al crollo di regimi, a esplosioni di rimostranza popolare, alla proliferazione di attori non o semi statali e a nuove forme di interferenza esterna e regionale. Queste sfide hanno investito l’Europa con una forza senza precedenti in un momento in cui le capacità del continente e delle sue istituzioni nazionali e sovranazionali sono limitate da tendenze nazionaliste, profonde divisioni e persistenti incomprensioni tra gli Stati membri. In questo contesto di volatile multipolarità, hanno assunto una nuova urgenza le discussioni sulla necessità di dare nuovo impeto a un dialogo multilaterale sulla sicurezza tra gli attori regionali e internazionali coinvolti in Medio Oriente. In particolare, si sono moltiplicati i dibattiti su un potenziale ‘Regional Dialogue Forum’ e sul ruolo dell'Iran e di altri attori regionali sullo scacchiere mediorientale.

Questo progetto - che coprirà il periodo compreso tra aprile 2018 e giugno 2019 - è realizzato congiuntamente dallo IAI e dalla Foundation for European Progressive Studies (FEPS) di Bruxelles e si basa sulla produzione di quattro report tematici e di uno Strategy Paper finale. Ogni paper sarà il contributo di esperti autorevoli e specializzati da Iran, Europa e Medio Oriente. Il progetto avrà anche una dimensione di scambio e diffusione nella forma di visite studio.

Ricercatori: 
Data inizio/fine:
 2018 - 2019

Area di ricerca

Tag