L'Italia e i paesi mediterranei in via di sviluppo: effetti dell'allargamento della CEE

Quali effetti produrrà l'ingresso nella Cee di Grecia, Spagna e Portogallo sull'economia degli altri paesi mediterranei in via di sviluppo? E in che modo tali effetti si ripercuoteranno sui rapporti di tali paesi con l'ltalia? Può l'attività di cooperazione allo sviluppo del nostro paese svolgere un ruolo che favorisca l'integrazione della nostra economia con gli altri sistemi produttivi mediterranei tenendo conto di tali effetti? A questi interrogativi un gruppo di studiosi dell'lstituto Affari lnternazionali di Roma, diretto da Massimo D'Angelo, offre una risposta attraverso questa ricerca, promossa dal Dipartimento per la cooperazione allo sviluppo del Ministero degli affari esteri. Gli effetti di maggior rilievo sono di natura commerciale, specialmente nel settore agricolo e nei nascenti comparti industriali, e coinvolgono (per i rapporti con l'ltalia) con prevalenza Tunisia, Marocco e Turchia. Si pone perciò l'esigenza per tali paesi di avviare una ristrutturazione produttiva che, mentre attenui gli elementi di conflitto derivanti dall'allargamento della Cee, riduca gli squilibri presenti in tali aree in conseguenza di deficit commerciali agricoli e di una industrializzazione orientata eccessivamente in settori che sono "sensibili" per l'economia italiana. La parte II dello studio offre suggerimenti per interventi di cooperazione dell'ltalia che sostengano tali processi di riconversione delle economie indicate, nel perseguimento delle strategie nazionali di sviluppo.

Ricerca condotta dall'Istituto Affari Internazionali (IAI) per conto del Dipartimento per la Cooperazione allo sviluppo del Ministero degli Affari esteri.

Curatori: 
Dati bibliografici: 
Milano, Franco Angeli, gennaio 1981, 194 p. (Collana di studi e ricerche del Ministero degli Affari esteri-Dipartimento per la Cooperazione allo sviluppo ; 1)
ISBN/ISSN/DOI: 
88-204-2053-8 ; 978-88-204-2053-6
Data pubblicazione: 
31/01/1981

Prefazione
Premessa

Parte I. Conseguenze economiche per i paesi del Mediterraneo dell'allargamento della Cee

1. Quadro generale delle conseguenze dell'allargamento della Comunità sulla cooperazione con i paesi terzi mediterranei
1.1. Gli obiettivi della ricerca
1.2. Le modificazioni dell'interscambio commerciale
1.3. Gli effetti dell'allargamento sull'agricoltura
1.4. Gli effetti dell'allargamento sull'industria
1.5. Effetti dell'allargamento sugli investimenti esteri
1.6. Una valutazione generale delle conclusioni
2. La struttura degli scambi commerciali dei paesi dell'area mediterranea
2.1. Introduzione
2.2. La dipendenza dei "paesi mediterranei" dal commercio estero
2.3. La struttura complessiva degli scambi
2.4. L'interscambio agricolo
2.5. L'interscambio non agricolo
2.6. La politica commerciale europea di fronte ai paesi mediterranei
3. Conseguenze dell'allargamento sullo sviluppo agricolo dei paesi terzi mediterranei
3.1. Metodologia dell'analisi
3.2. L'aumento del tasso di auto-approvvigionamento agricolo della Cee
3.3. La distribuzione geografica degli effetti di diversione
3.4. Le esportazioni di prodotti agricoli "sensibili" dei paesi candidati
3.5. Le esportazioni di prodotti agricoli "sensibili" dei paesi terzi mediterranei
3.6. La diversione delle importazioni agricole comunitarie
3.7. Dall'analisi statica alla valutazione dinamica dell'effetto di diversione
4. Conseguenze dell'allargamento sullo sviluppo industriale dei paesi terzi mediterranei
4.1. Impostazione dell'analisi
4.2. I possibili effetti di diversione dei flussi commerciali di prodotti non agricoli
4.3. Analisi degli effetti di diversione per alcuni prodotti non agricoli
4.4. Una valutazione complessiva degli effetti dell'allargamento sull'attività industriale dei paesi terzi mediterranei
5. Effetti dell'allargamento sugli investimenti esteri verso i paesi terzi mediterranei
5.1. Introduzione
5.2. Tendenze e direzioni dei flussi di investimenti esteri diretti nei paesi in via di sviluppo negli anni settanta
5.3. Nuove forme di trasferimento di capacità produttiva nei paesi in via di sviluppo
5.4. Tendenze generali degli investimenti diretti e dei trasferimenti tecnologici nei paesi del Sud Europa e del Nord Africa
5.5. Dagli investimenti esteri diretti alla domanda di industrializzazione dei paesi mediterranei
5.6. Gli investimenti esteri nei singoli paesi mediterranei
5.7. Conclusioni sugli effetti eventuali dell'allargamento della Cee

Parte Il. Indicazioni per una politica di cooperazione nei confronti dei paesi terzi mediterranei

1. Il quadro generale dei possibili interventi
1.1. Introduzione
1.2. Gli strumenti di cooperazione considerati
1.3. Il quadro comunitario dell'azione dell'Italia
2. Indicazioni per interventi di cooperazione nell'agricoltura
2.1. Linee generali
2.2. Limiti e potenzialità d'intervento dell'Italia in campo agricolo
2.3. I settori d'intervento nella cooperazione agricola
2.4. Gli interventi in agricoltura: l'infrastrutturazione del territorio
2.5. Interventi per il miglioramento della produttività delle aziende agricole
2.6. Interventi nelle fasi "a valle" della produzione agricola
2.7. Quadro sintetico degli interventi in agricoltura
3. Indicazioni per interventi di cooperazione nell'industria
3.1. Linee generali
3.2. La cooperazione industriale nei paesi a consistente mercato interno
3.3. La cooperazione industriale nei paesi a mercato ristretto
3.4. L'aumento della produttività industriale attraverso interventi infrastrutturali

Appendici
1. Indicazioni bibliografiche
2. Appendice statistica
Elenco delle tabelle statistiche

Area di ricerca

Tag