The Evolution of Energy Fluxes and Cooperation Models in the Middle East

Nonostante il suo predominio in quanto principale esportatore mondiale di idrocarburi, il Medio Oriente è in forte ritardo in termini di interconnessioni energetiche regionali, siano esse sotto forma di oleodotti e gasdotti transfrontalieri che di reti elettriche e relative istituzioni. Qualche limitato progresso si è registrato nell’area del Mediterraneo orientale e con la Turchia. Ma finora i progressi sono stati ostacolati dalle sfavorevoli condizioni di interscambio, dai perduranti sussidi nonché da sospetti e controversie politiche regionali. Una spinta verso maggiori collegamenti intraregionali potrebbe venire dai sostanziali cambiamenti nel mercato mondiale dell’energia – un periodo di calo dei prezzi del petrolio insieme all’aumentata produzione di shale gas statunitense, la globalizzazione dell’interscambio commerciale di gas naturale, la crescita delle energie rinnovabili e dell’intervento sui cambiamenti climatici. In ballo ci sono risparmi che vanno da 25 a oltre 100 miliardi di dollari grazie a un maggiore interscambio commerciale dell’energia, ma per realizzarli gli stati della regione dovranno liberalizzare i mercati energetici, creare quadri istituzionali multilaterali e cercare di ottenere il massimo sostegno possibile dalle multinazionali dell’energia e da influenti attori politici, in particolare Stati Uniti, Cina, Unione europea e Russia.

Studio preparato nell’ambito della partnership strategica IAI-Eni, dicembre 2018.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, dicembre 2018, 17 p.
Allegati: 
Numero: 
18|23
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-9368-090-5
Data pubblicazione: 
20/12/2018

Introduction
1. The history of Middle East energy trade
1.1 The shape of Middle East energy trade
1.2 The Gulf
1.3 Iraq and its neighbours
1.4 The Levant
2. Opportunities and challenges for further cooperation
2.1 Oil and gas
2.2 Electricity and renewables
3. The political, geopolitical and geoeconomic drivers
3.1 Institutions and politics
3.2 The wider context: the BRI and other players
Conclusions
References

Contenuti collegati: 

Area di ricerca

Tag