Print version

Gli alleati anti-Is si fanno la guerra

L’onda lunga dell’aspro scontro tra Riad e Teheran minaccia l’avvio dei negoziati per la transizione in Siria e pure i fragili accordi libici. Alleati ‘a parole’ contro il sedicente Stato islamico, Arabia saudita e Iran si facevano già la guerra ‘di nascosto’ in Yemen e ora se la fanno apertamente: rottura delle relazioni diplomatiche, sospensione dei pellegrinaggi alla Mecca e dichiarazioni incendiarie, dopo l’esecuzione di un leader sciita il 2 gennaio. Dopo quelle tra Russia e Turchia, le tensioni arabo-iraniane mettono a nudo la frammentarietà e la precarietà del fronte anti-Califfo.
Inutili, per ora, i tentativi di mediazione di Onu, Usa e Russia

Contenuti collegati