Ansa - Aliboni: In Libia mossa irrituale ma apre a conferenza nazionale

23/11/2017


(ANSAmed) - IL CAIRO, 23 NOV - L'approvazione del piano di azione dell'inviato speciale dell'Onu Ghassan Salamé da parte del parlamento libico (HoR) insediato a Tobruk è stato "irrituale" ma "dovrebbe bastare" per far compiere un passo avanti alla soluzione della crisi libica. Lo ha confermato Roberto Aliboni, consigliere scientifico dell'Istituto affari internazionali (Iai).

"Il voto che ora viene dalla HoR sarà pur irrituale ma dovrebbe bastare a superare l'impasse e consentire il passaggio alla seconda tappa, la National Conference alla quale parteciperanno HoR, Consiglio di Stato ma anche una varietà di gruppi che sono rimasti ai margini ", ha affermato Aliboni commentando con l'ANSA il voto dell'altro ieri. "Il voto della HoR non era previsto dal piano di azione di Salamé, il quale prevedeva invece che gli emendamenti al Libyan Political Agreement, che la HoR adesso ha votato, fossero concordati dalle due commissioni tratte dalla HoR e dal Consiglio di Stato", ha ricordato l'ex direttore generale e vicepresidente dello Iai.

Alla domanda sul perché il parlamento di Tobruk abbia votato "in questo senso" sostituendosi alla sua commissione, Aliboni ha ipotizzato che, in prospettiva, la pre-candidatura di Haftar alla presidenza della Repubblica va tanto bene da far passare il resto in secondo piano". In Libia circolano stime che attribuiscono al generale Khalifa Haftar il sostegno di due milioni di votanti.(ANSAmed).