EU4Seas: the European Union and sub-regional multilateralism in the European sea basins

Questo progetto triennale ha esaminato gli effetti delle strategie e delle politiche europee nei quattro bacini marittimi "europei": Mediterraneo, Baltico, Mar Nero e Mar Caspio. Il progetto, partito nel gennaio 2009, ha riunito otto istituti, coordinati dalla Fundació Centre Internacional de Documentació di Barcellona. L'obiettivo della ricerca è stato stabilire se le politiche europee (allargamento, vicinato, partenariato, ecc.) fossero coerenti o meno con l'obiettivo di favorire il multilateralismo a livello regionale e sub-regionale. Lo IAI è stato leader del Work Package 2 ("Politics and Security") e membro dello steering committee responsabile del progetto. Un seminario è stato organizzato a Roma nell'aprile del 2009 sugli aspetti politici e di sicurezza della cooperazione subregionale nei bacini marittimi europei (vedi Documenti IAI 09|13).
Tra la fine del 2009 e l’inizio del 2010 lo IAI ha realizzato la ricerca sul campo nei seguenti paesi: Algeria, Egitto, Libano e Libia. Le centinaia di rapporti delle interviste e i c.d. "best practices report" sono tutti disponibili sul sito del progetto. Inoltre, una riflessione teorica sulla cooperazione sub regionale nel Mediterraneo e sul ruolo dell’Ue si trova nell’articolo di Michele Comelli "Sub-regional Cooperation in the Mediterranean and the Role of the EU", apparso nel numero 3 del 2010 della rivista European Foreign Affairs Review. I risultati del progetto sono stati diffusi anche tramite un seminario organizzato a Torino il 6-7 giugno 2011 dallo IAI. Il seminario ha messo in luce come l’Unione europea ha operato in ciascuno dei quattro bacini marittimi europei (Mediterraneo, Baltico, Mar Nero, Mar Caspio) rispetto all’obiettivo di favorire il multilateralismo regionale e sub regionale. Il seminario si è concluso con una tavola rotonda sulla risposta dell’Ue alle sfide poste dalla primavera araba.

Data inizio/fine:
 2009 - 2011

Area di ricerca

Tag