Svezia: marea sovranista non sfonda argini

Il voto in Svezia - dove i Democratici svedesi, populisti e xenofobi, di Jimmie Akesson si sono fermati al terzo posto - stempera solo in parte le ansie europee per l’avanzata di forze euro-scettiche: il partito risulta comunque in crescita, a beneficio della galassia nazionalista e sovranista europea ora rappresentata dall'asse Le Pen-Salvini-Orban. Problematico fermarne l’avanzata di qui alle elezioni europee del maggio 2019.

Tag