Print version

Russia-Ue: canali da mantenere aperti

Il riconoscimento dell’opportunità di mantenere aperti i canali di dialogo e di limitata cooperazione, ma anche presa d’atto dell’assenza di una visione condivisa dell’ordine politico e di sicurezza dell’Europa e dello status delle ex Repubbliche sovietiche. Il che riduce la capacità di sfruttare il potenziale delle relazioni Ue-Russia, ridotte al momento a gestire la competizione. E’ quanto è scaturito da un convegno a Roma organizzato dallo IAI con il Valdai Discussion Club.

Contenuti collegati