Print version

MO: l'incognita del voto in Israele

Le elezioni anticipate in Israele, convocate per aprile e non più a novembre, aggiungono un'incognita all'equazione 2019 del Medio Oriente: il premier Benjamin Netanyahu è andato in Brasile, all'inaugurazione del presidente Jair Messias Bolsonaro, per lanciare la sua campagna elettorale. Il voto in Israele, oltre che decidere gli assetti politici interni, influirà sui rapporti con i palestinesi e sugli equilibri nella regione.

Contenuti collegati