La diplomazia italiana, primo strumento per la proiezione internazionale del Paese

26/10/2016, Roma

Seminario organizzato in collaborazione con il Sindacato nazionale dipendenti Ministero Affari Esteri (SNDMAE).

Tre ex ministri degli Esteri e gli attuali presidenti delle Commissioni Esteri di Camera e Senato si sono confrontati sul ruolo della diplomazia italiana nell’internazionalizzazione del Paese .A confrontarsi sul tema “Il quadro internazionale e il ruolo dell’Italia nelle aree di crisi” sono stati infatti Emma Bonino, ministro degli Esteri dal 2013 al 2014; Massimo D’Alema, già presidente del Consiglio e titolare della Farnesina dal 2006 al 2008; Gianfranco Fini, ex presidente della Camera e ministro degli Esteri dal 2004 al 2006; il senatore Pier Ferdinando Casini, anch’egli già presidente della Camera e attuale presidente della Commissione Esteri del Senato ed il suo omologo alla Camera, l’on. Fabrizio Cicchitto.
Il presidente del SNDMAE, Paolo Serpi, ha aperto il seminario mentre il presidente dello IAI, l’ambasciatore Ferdinando Nelli Feroci, ha moderato il dibattito.
Il seminario del 26 ottobre 2016 è il primo appuntamento di una serie di incontri dal titolo: “La diplomazia italiana, primo strumento per l’internazionalizzazione del Paese”, organizzati dal SNDMAE in collaborazione con l’Istituto Affari Internazionali per valorizzare il lavoro della rete diplomatica italiana e discutere degli obiettivi e strumenti della politica estera dell’Italia, tanto con riferimento alle aree di crisi, quanto in funzione di una più efficace proiezione economica e commerciale del Paese.
Proprio ai problemi specifici della promozione economica dell’Italia in un mondo globalizzato sarà dedicato il prossimo seminario della serie, previsto a febbraio 2017.

Area di ricerca

Tag