Print version

Sfide africane al multilateralismo: la geopolitica del Nilo fra conflitto e cooperazione

2021 - in corso

Il progetto si propone di individuare le possibili soluzioni di mediazione multilaterale nel Corno d’Africa tra Etiopia, Egitto e Sudan con riguardo alla Grand Ethiopian Renaissance Dam (GERD), la grande diga che l’Etiopia sta costruendo sulle acque dell’Alto Nilo. L’obiettivo del progetto è quello di offrire un’analisi del ruolo delle organizzazioni internazionali, e in particolare dell’Unione Africana, e di attori esterni, come l’Unione Europea, nella risoluzione politica dei conflitti in un’area prioritaria per l’Italia.

Le tensioni tra Egitto, Etiopia e Sudan relative alla GERD rischiano di compromettere la stabilità di tutta la regione del Corno, già messa a dura prova dalla recente crisi del Tigrai, dalla transizione politica in Sudan e dal protrarsi della guerra civile in Sud Sudan. Inoltre, nonostante i vari tentativi di mediazione da parte di organismi regionali e internazionali, ancora oggi non si intravede alcun accordo sul funzionamento della diga. Criticità e resistenze locali in tutti e tre i paesi sfidano l’efficacia degli sforzi della comunità internazionale per promuovere soluzioni multilaterali.

In questo contesto, saranno prodotti dei papers sulle prospettive nazionali che risponderanno alle seguenti domande di ricerca:

  • Quali sono le principali dinamiche di conflitto e i modelli di cooperazione per la governace del Nilo e come si sono sviluppate nel tempo, da una prospettiva nazionale?
  • In che modo gli interessi nazionali degli stati rivieraschi favoriscono o si oppongono a tali dinamiche? Qual è la posta in gioco e quali sono le opzioni per i negoziati? Quali stakeholder (autorità centrali o locali, partiti politici, società civile) sono maggiormente coinvolti nel dibattito nazionale e in che modo?
  • In che modo gli attori esterni – come gli Stati arabi del Golfo Persico, la Turchia, gli USA e l'UE – influenzano queste dinamiche, a livello nazionale?
  • Quali sono gli strumenti e i processi a disposizione delle organizzazioni regionali per promuovere soluzioni multilaterali per la governance del Nilo?

Finanziamento: Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale; Fondazione Compagnia di San Paolo

Ricercatori

Ricercatori:

Area di ricerca

Tag

Contenuti collegati