REsilience Support for Critical Infrastructures' through Standardized Training on CBRN - RESIST

Il progetto ha durata biennale (2019-2021) e riunisce sei partners italiani del cluster CBRN-P3 insieme al cluster romeno PROECO-CBRNE. RESIST mira allo sviluppo di competenze tecniche di alto livello nei gestori di infrastrutture critiche e spazi pubblici. Gli operatori di spazi pubblici e infrastrutture critiche (IC), infatti, si confrontano sempre più spesso con numerosi e svariati tipi di eventi, naturali o artificiali. In questo quadro, gli eventi CBRNe (Chimici, Biologici, Radiologici, Nucleari, esplosivi) stanno acquisendo rilevanza a causa del loro potenziale impatto dirompente sulla disponibilità di servizi di base per il pubblico (es. energia, acqua, trasporti, ecc.) o sulla sicurezza degli utenti. RESIST ha l’obiettivo di fornire agli operatori di IC pubblici e privati la sperimentazione di un programma congiunto di formazione specifica CBRNe (compresi esercizi di vita reale) per la creazione di "Gruppi di intervento CBRNe" addestrati e attrezzati per operare in ambienti contaminati CBRNe e ridurre al minimo l'impatto degli eventi distruttivi. L'intero processo viene condotto al fine di prevedere nel prossimo futuro il riconoscimento delle competenze attraverso una certificazione (CBRNe Resilience Label) per le infrastrutture critiche pubbliche e private.
Lo IAI è responsabile dell’attività di categorizzazione degli eventi CBRNe, che include anche una valutazione dei bisogni nell’ambito della formazione e della strumentazione ed ha, inoltre, un ruolo di monitoraggio e valutazione della qualità del progetto.

Finanziamento: Unione europea-DG Home, Compagnia di San Paolo-Programma International Affairs

Data inizio/fine:
 2019 - in corso

Area di ricerca

Tag