The "Yellow-Green" Government's Foreign Policy

Nel contratto di Governo la politica estera dell’Italia, i rapporti con l’Europa e la collocazione internazionale del Paese sono oggetto solo di scarsi, vaghi e generici accenni. Negli ultimi dieci mesi, inoltre, la politica estera è stata la vittima più evidente della competizione permanente fra i partner della coalizione al governo, Lega e Movimento 5 Stelle. La politica estera dell’Italia è stata caratterizzata da una evidente discrasia fra la retorica e la narrativa dei due partiti (che sottolineano la necessità di una maggiore discontinuità rispetto ai passati governi sul tema della politica estera del Paese) e l’effettiva azione del Governo che, malgrado incertezze, ambiguità e contraddizioni, ha finora adottato un approccio relativamente meno destabilizzante. L’Italia ha pagato però un prezzo elevato in termini di isolamento e marginalità sulla scena europea e internazionale.

Versione in inglese rivista di “La politica estera del Governo giallo-verde”, pubblicato a marzo 2019.

Dati bibliografici: 
Roma, IAI, aprile 2019, 12 p.
Allegati: 
Numero: 
19|10
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-9368-102-5
Data pubblicazione: 
29/04/2019

1. Origins of the government “of change” and the government’s contract
1.1 The government’s contract and foreign policy
1.2 The governing contract and relations with the EU
2. Not one, but four foreign policies
3. Antagonism toward the EU
3.1 Clash with the EU on the budget law
3.2 Migration, another battleground with the EU
3.3 The European Parliament elections: Change of strategy in the two-party majority alliance
4. The price of greater isolation in Europe
4.1 Relations with European partners
4.2 Fascination with the Visegrad countries
5. Trump’s America
6. Russia
7. China
Concluding considerations

Contenuti collegati: 
(Pubblicazione) La politica estera del Governo giallo-verde - 25/03/2019

Area di ricerca

Tag