Turning Political Activism into Humanitarian Engagement: Transitional Careers of Young Syrians in Lebanon

Dopo cinque anni di conflitto, molti giovani siriani fuggiti dal loro paese si sono rifugiati nei paesi confinanti e altrove. Dal 2011 più di un milione di siriani si sono registrati in Libano come rifugiati. E tra loro i giovani incontrano parecchi ostacoli quando tentano di uscire da un’emarginazione che è economica, sociale e politica. In un settore in forte espansione come quello umanitario in risposta alla crisi dei rifugiati, i giovani siriani hanno creato proprie ONG. Questo studio, basato su un lavoro qualitativo in loco con i membri di tali organizzazioni, analizza come i giovani profughi siriani in Libano riescano in parte a superare le barriere all’integrazione grazie al lavoro nel settore umanitario. L’autore analizza come la guerra e l’esilio abbiano cambiato l’attivismo dei giovani siriani e come le difficoltà che stanno affrontando non lascino sperare niente di buono per il futuro.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, aprile 2017, 21 p.
Allegati: 
Numero: 
28
Data pubblicazione: 
02/05/2017

Introduction
1. A Precarious Generation
2. Syrian Humanitarian Actors in Lebanon
3. Humanitarian Work at the Crossroads of Professionalization and Engagement
4. From Protest to Humanitarian Aid
5. Bleak Prospects: Finding a Way Out
Conclusion
References

Contenuti collegati: 

Area di ricerca

Tag