Turkey's Unconsolidated Democracy: The Nexus between Democratisation and Majoritarianism in Turkey

Nella politica turca sembrava essersi aperta una nuova era quando, nel 2002, il Partito della Giustizia e dello Sviluppo (AKP) è andato al governo per la prima volta, diventando poi il partito dominante nella politica turca grazie ad un costante aumento del suo sostegno elettorale. Sotto il governo dell'AKP sono state adottate numerose riforme politiche e giuridiche, ma nonostante ciò le carenze di base della politica turca sono lentamente venute a galla. Secondo gli autori di questo breve studio il processo di consolidamento della democrazia in Turchia è influenzato dalla politica del "partito dominante", da una disconnessione democratica all'interno della società turca, da un debole sistema di controlli ed equilibri, e, soprattutto, da una intrinseca intolleranza verso il diverso e il pluralismo. Queste carenze sistemiche fanno sì che il processo di consolidamento della democrazia in Turchia stia deragliando verso un autoritarismo della maggioranza.

Documento prodotto nell'ambito del progetto Turkey, Europe and the World e presentato al seminario "Challenges to Democratic Consolidation in Turkey", Bruxelles, 19 gennaio 2015.

Dati bibliografici: 
Roma, Istituto affari internazionali, gennaio 2015, 6 p.
Allegati: 
Numero: 
Policy brief 19
Data pubblicazione: 
20/01/2015

Introduction
The Dominant Party System
The Downturn in Turkish Democracy
The Systemic Failures: Checks and Balances
Conclusion

Contenuti collegati: 

Area di ricerca

Tag