Turkey, Syria and Saving the PKK Peace Process

Il processo di pace tra Turchia e Pkk è tuttora una delle rare occasioni di speranza in Medio Oriente e il pericolo di una ricaduta della crisi siriana ha sottolineato quanto il superamento dell'inerzia nei colloqui sia un interesse comune a governo e curdi in Turchia. Per arrivare a un accordo esistono - secondo l'autore - tre diversi percorsi, che si influenzano l'un l'altro ma che devono essere considerati ben distinti. Il primo percorso è rappresentato dagli attuali negoziati con il Pkk; il secondo potrebbe consistere nelle riforme in discussione da tempo volte a garantire uguali diritti a tutti i cittadini e a rimuovere le cause profonde del problema curdo; il terzo percorso è il contesto regionale nel suo complesso. Un accordo di pace permetterebbe alla Turchia di liberarsi da ciò che per lungo tempo ha frenato la sua economia nonché i suoi sforzi di democratizzazione. Il governo turco dovrebbe riconoscere che l'obiettivo finale non è solo il disarmo nel paese, bensì arrivare ad un punto in cui i curdi non abbiano più bisogno del Pkk.

Documento prodotto nell'ambito del progetto Turkey, Europe and the World.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, Istituto affari internazionali, dicembre 2014, 4 p.
Allegati: 
Numero: 
Commentary 21
Data pubblicazione: 
10/12/2014
Contenuti collegati: 

Area di ricerca

Tag