Out of the Security Deadlock: Challenges and Choices in the Sahel

Questa ricerca si concentra sulla governance della riforma del settore della sicurezza (SSR) in Burkina Faso, Mali e Niger e sui suoi legami con altri processi di sicurezza. Il rapporto sviluppa un’analisi comparativa delle politiche di sicurezza dei tre paesi, dell’influenza sulla SSR nell’Unione europea, in altri paesi europei, nelle organizzazioni regionali e negli Stati Uniti e considera, infine, i nessi tra SSR e stabilizzazione, SSR e militarizzazione nonché il ruolo di attori armati non statali.

Questa pubblicazione è il risultato del progetto “Fuori dallo stallo securitario: sfide e scelte nel Sahel”, condotto dalla Foundation for European Progressive Studies (FEPS) di Bruxelles e dall’Istituto Affari Internazionali (IAI) di Roma insieme al National Democratic Institute (NDI) di Washington DC, con il sostegno del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale e del Parlamento europeo.

Pubblicato anche in francese: "Levée du blocage sécuritaire : défis et choix au Sahel".

Dati bibliografici: 
Bruxelles, Foundation for European Progressive Studies (FEPS) e Roma, Istituto Affari Internazionali (IAI), giugno 2020, 38 p.
Data pubblicazione: 
08/06/2020

Abbreviations and acronyms
Executive summary
Introduction
1. SSR and DDR in Burkina Faso, Mali and Niger
1.1 Humanitarian and security crisis in the Sahel
1.2 SSR and DDR in Burkina Faso, Mali and Niger
2. The role of the EU and other main international actors
2.1 The role of the EU in supporting SSR and DDR
2.2 The role of regional and other international actors on security
3. Challenges and choices
3.1 SSR and DDR in the context of radicalisation
3.2 Role of non-state armed actors
3.3 SSR and stabilisation
3.4 SSR and militarisation
3.5 Inclusive and shared SSR
Recommendations
References

Area di ricerca

Tag