Print version

Osservatorio sulla Difesa Europea, settembre 2010

15/09/2010

PRIMO PIANO - 30 settembre 2010
LE INIZIATIVE UE PER LA CYBERSECURITY

La Commissione Europea ha approvato una bozza di direttiva per rendere reato la raccolta e la condivisione di dati collegati a crimini cibernetici. La direttiva inoltre, una volta recepita dalle normative nazionali, renderebbe illegale la creazione di "botnets": reti di computer infettate da virus che diventano degli "zombie" controllabili da hacker per compiere eventuali attacchi cibernetici. 
La direttiva è accompagnata dalla decisione di rafforzare il mandato della European Network and Information Security Agency (ENISA), l'agenzia dell'Ue dedicata alla sicurezza cibernetica.I nuovi compiti di ENISA includono la cooperazione con le agenzie EUROPOL, dedicata al coordinamento delle forze di polizia nazionali, e FRONTEX, che si occupa della sicurezza dei confini dell'UE: l'obiettivo è rendere possibile l'identificazione e il perseguimento degli autori di eventuali attacchi cibernetici. ENISA è stata inoltre incaricata di costruire un sistema di allarme europeo per monitorare la sicurezza cibernetica, e un team di risposta rapida in caso di emergenza.
L'iniziativa, presentata dal Commissario agli Interni Cecilia Malmstrom, testimonia la crescente attenzione dell'Europa rispetto alla sicurezza cibernetica, anche in seguito a rapporti dei servizi di intelligence britannici, francesi e tedeschi in merito a recenti attacchi cibernetici condotti contro siti militari da parte di botnets come quella denominata "Conficker".

13 settembre 2010
EMANATE NUOVE LINEE GUIDA PER LA MISSIONE ISAF IN AFGHANISTAN

Il Comandante della missione ISAF in Afghanistan, composta principalmente da truppe Nato, ha diramato le linee guida per i contratti stipulati dalle forze armate Alleate nel paese. Le linee guida firmate dal Generale David Petraeus puntano a rafforzare il beneficio economico dei contratti per fornitori e personale afgano e a combattere la corruzione collegata a tali appalti, al fine di contribuire alla strategia di controguerriglia e stabilizzazione dell'Afghanistan.
Nel recente passato la strategia Nato si è concentrata in misura maggiore sul rafforzamento delle capacità militari, istituzionali ed economiche afgane, al fine di avviare il trasferimento delle responsabilità da ISAF a soggetti afgani e preparare quindi il graduale ritiro della missione.

16 settembre 2010
LA POLITICA SPAZIALE DELL'UE AL CONSIGLIO COMPETITIVITA'

Il Consiglio dell'Unione Europea ha deciso di includere la politica spaziale dell'Ue nelle competenze del Consiglio Competitività, che si occupa anche di mercato interno, industria e ricerca. La politica spaziale ha importanti aspetti anche per la sicurezza europea, alla luce del carattere duale di gran parte degli asset spaziali.

23-27 settembre 2010
L'UE PROROGA LE MISSIONI IN CONGO E LE MISURE RESTRITTIVE CONTRO LA LEADERSHIP DELLA TRANSNISTRIA

Il Consiglio dell'Unione Europea ha esteso fino al 30 settembre 2011 la missione di polizia nella Repubblica Democratica del Congo. La missione, avviata nel 2007, è volta ad assistere le autorità congolesi nella riforma delle forze di polizia inclusa la loro relazione con il sistema giudiziario. Inoltre, il 21 settembre, il Consiglio dei Ministri ha esteso per 2 anni il mandato della missione EUSEC Congo. Il mandato della missione, il cui obbiettivo è di sostenere le autorità congolesi nel processo di ricostruzione dell'esercito nazionale, sarà valido fino al 30 settembre 2012.
Il Consiglio ha inoltre rinnovato fino al 30 settembre 2011 le misure restrittive verso i leader della Transnistria, regione secessionista della Moldavia, che includono anche il divieto di accesso nell'Unione Europea. Allo stesso tempo, il Consiglio ha deciso di rinnovare per sei mesi la sospensione delle suddette misure, allo scopo di incoraggiare i negoziati per una soluzione della crisi in atto in Moldova.

Area di ricerca

Tag