Osservatorio sulla Difesa Europea, ottobre 2014

PRIMO PIANO: 1 OTTOBRE
JENS STOLTENBERG NUOVO SEGRETARIO GENERALE DELLA NATO

Jens Stoltenberg ha assunto ufficialmente la carica di Segretario Generale della NATO dopo la sua nomina a marzo da parte dei 28 Stati membri del Consiglio dell’Alleanza. Già Primo Ministro norvegese dal 2000 al 2001 e dal 2005 al 2013, Stoltenberg succedere ad Anders Fogh Rasmussen in carica come Segretario Generale dal 2009.

9 OTTOBRE
NUOVA CAPO MISSIONE PER EULEX KOSOVO

Gabriele Meucci è stato nominato dal Consiglio Politico e Sicurezza dell’UE nuovo capo della missione in Kosovo, EULEX Kosovo. La missione mira a fornire supporto per la ristrutturazione dello stato di diritto, con particolare riferimento alla polizia e al settore giudiziario. Meucci succede a Bernd Borchardt, in carica dal febbraio 2013.

9 OTTOBRE
NUOVO COMANDANTE PER EUTM MALI

Il Brigadiere Generale Alfonso García-Vaquero Pradal è stato nominato Mission Commander dell’UE trainining mission in Mali (EUTM Mali). Succederà al Brigadiere Generale Marc Rudkiewicz, insediatosi nel marzo 2014. La missione, lanciata nel febbraio 2013, supporta l’addestramento e la riorganizzazione delle Forze Armate maliane per promuovere l’integrità territoriale del paese. Il mandato della missione si concluderà il 18 maggio 2016.

16 OTTOBRE
UE E GIAPPONE SI ESERCITANO PER MISSIONI ANTI-PIRATERIA CONGIUNTE

La European Union Naval Force (EU NAVFOR) Somalia-Operation Atalanta e le Japan's Self-Defence Forces (SDF) hanno partecipato alla prima esercitazione congiunta anti-pirateria nel Golfo di Aden. Con l’utilizzo del cacciatorpediniere della Marina Militare Italiana “ANDREA DORIA” dell’EU NAVFOR-Atalanta e di quello giapponese “Takanami”, l’esercitazione ha contribuito a potenziare l’interoperabilità delle forze armate tramite simulazioni di manovre tattiche e operazioni di volo.

20 OTTOBRE
RAFFORZATE LE SANZIONI UE CONTRO ALCUNI RAPPRESENTANTI DEL REGIME SIRIANO

Il Consiglio dell’Unione Europea ha individuato quattordici persone essere responsabili di violente repressioni contro la popolazione civile in Siria, dove a partire dal 2011 imperversa una guerra civile che ha provocato finora quasi 200 mila morti. Oltretutto, due persone e due entità sono state accusate di aver fornito supporto pratico al regime siriano, e per questo verranno sottoposte alle restrizioni degli spostamenti e al congelamento dei beni. La decisone ha dunque alzato il numero delle persone fisiche e delle entità sottoposte a sanzioni rispettivamente a 211 e 63.

27 OTTOBRE
OPERATIVA LA RETE EUROPEA DI SORVEGLIANZA MARITTIMA

Il progetto europeo Maritime Surveillance (Marsur), sviluppato sotto l’egida dell’Agenzia Europea per la Difesa dal 2006, ha raggiunto la piena maturità operativa. Marsur è una soluzione tecnica sviluppata per facilitare il dialogo tra i sistemi informativi marittimi europei riguardo i servizi e le operazioni in mare. Coinvolge 17 Stati membri più la Norvegia. La componente centrale europea di raccoglimento e distribuzione delle informazioni è assente e sono i singoli Stati membri a dover coordinare le proprie informazioni con quelle degli altri stati.

30 OTTOBRE
L’UE AGGIORNA LE MISURE RESTRITTIVE A CARICO DELLA BIELORUSSIA

Il Consiglio dell’Unione Europea ha esteso le misure restrittive ai danni della Bielorussia fino al 31 ottobre 2015. Questo in mancanza del rilascio di alcuni prigionieri politici e dell’assenza di miglioramenti riscontrabili nella tutela dei diritti umani. In generale le sanzioni si riferiscono all’embargo sulle armi, all’embargo sugli strumenti utilizzati per la repressione interna, il congelamento dei beni e le restrizioni agli spostamenti dei responsabili di violazioni dei diritti umani.

Dati bibliografici: 
Roma, Istituto affari internazionali, 2014, 2p.
Allegati: 
Numero: 
14/10
Data pubblicazione: 
10/10/2014

Area di ricerca

Tag