Print version

Osservatorio sulla Difesa Europea, maggio 2013

10/05/2013

PRIMO PIANO : 28 MAGGIO
CAMBIO AL VERTICE DELL’EU MILITARY STAFF

Il Generale olandese Ton van Osch ha sostituito il Generale Wolfgang Wosolsobe alla guida dell'EU Military Staff, ovvero la struttura responsabile in particolare della pianificazione strategica militare dell'Unione Europea. L’EUMS, costituito nel 2001, è parte del Servizio Europeo per l’Azione Esterna (SEAS) ed è sotto la direzione dell’EU Military Committee. La carriera del Tenente Wosolsobe è iniziata nel 1974. Negli ultimi anni ha prestato servizio come Defence Policy Director durante il periodo di presidenza austriaca del consiglio europeo nel 2006, per poi raggiungere Brussels come Military Representative nel 2007 ed essere promosso a Major General a Giugno dello stesso anno. Nel biennio 2009-10 ha operato come Dean dell’ EU Military Committee e nel 2012 è stato eletto Director General of the EU Military Staff.

2/21/31 MAGGIO
NOMINATI OTTO NUOVI CAPI DELEGAZIONE UE

Catherine Ashton, Alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza dell'Unione europea, ha nominato i nuovi capi delle delegazioni in Libia, Birmania, Azerbaijan, Repubblica Dominicana, Honduras, Paraguay, Sri Lanka, Kyrgyzstan. Nel dettaglio:
La diplomatica bulgara Nataliya Apostolova è il nuovo capo della delegazione Ue in Libia. Attualmente Apostolova è Vice capo della delegazione Ue in Egitto, mentre in passato ha lavorato per la direzione responsabile dell’allargamento della Commissione europea e per la rappresentanza permanente della Bulgaria presso l’Ue. La presenza dell'Unione europea in Libia, attivata fin dall'inizio della rivolta popolare nel paese a febbraio 2011, si è ampliata nel corso del tempo. Un ufficio è stato aperto a Bengasi nel maggio del 2011, seguito da un altro a Tripoli ad agosto dello stesso anno, diventando poi ufficialmente la sede della delegazione Ue in occasione della visita dell’Alto Rappresentante a novembre del 2011.
Roland Kobia è attualmente capo delegazione dell’UE in Azerbaijan e ha lavorato presso la delegazione della Commissione Europea in Kenya e nella Repubblica Democratica del Congo. Tale nomina è parte dell’esercizio di rotazione del 2013 nell’ambito dell’European External Action Service (EEAS). L’istituzione di una Delegazione dell’Unione a Yangon è stata decisa lo scorso Gennaio, di conseguenza al fine di completare la nomina, è stata inviata la richiesta di accreditamento al paese ospitante.
Malena Mård, attualmente Vice Direttore Generale e Capo del Dipartimento per l’Est Europa e Asia Centrale nel Ministero degli Esteri Svedese, è il nuovo Capo della Delegazione Europea in Azerbaijan.
Alberto Navarro, ambasciatore spagnolo in Marocco, è stato nominato Capo della Delegazione Ue nella Repubblica Dominicana.
Ketil Karlsen, Chargé d'Affaires all’ambasciata reale danese in Zimbabwe, è il nuovo Capo della Delegazione in Honduras.
Alessandro Palmero, Vice capo della Divisione per I Paesi Mercosur nell’ EEAS, è stato nominato in Paraguay.
David Daly, Capo della Delegazione Ue in Australia e Nuova Zelanda a Canberra, è stato nominato Capo della Delegazione in Sri Lanka.
Cesare de Montis è il nuovo Capo della Delegazione in Kyrgyzstan. Attualmente è il coordinatore dei lavori per I capitoli economici sull’ EU's Association Agreement negotiations con l’Armenia, l’Azerbaijan e la Georgia nella divisione Est della Partnership bilateraledell’EEAS.

22 MAGGIO
ISTITUITA LA MISSIONE EUBAM LIBIA

Il Consiglio ha istituito EUBAM Libia, la missione UE di assistenza per la gestione integrata dei confini. L’EUBAM servirà a migliorare l’amministrazione integrata dei 4.348 km di frontiere terrestri libiche e dei 1.770 km costieri. La missione civile rientra nella Politica Europea di Sicurezza e Difesa dell’Unione e mira a sostenere la transizione libica per una durata iniziale di due anni, disponendo di un budget di € 30.300.000 per i primi 12 mesi.

27 MAGGIO
ESTESO IL MANDATO DELLA MISSIONE EUPOL AFGHANISTAN

Il Consiglio ha deciso di estendere il mandato della missione EUPOL Afghanistan fino al 31 dicembre 2014. Ha inoltre stanziato 108 milioni di € per il periodo compreso tra il 1 giugno e la fine del 2014. La missione ha l’obiettivo di aiutare le autorità afghane a sviluppare le loro capacità di polizia. Inoltre, contribuisce all’attuazione di politiche di sicurezza civile sostenibili ed efficaci, nonché opera per rafforzare i legami tra la polizia e il settore giudiziario. A questo proposito, fornisce alle autorità locali leadership, istruttori e consulenti specializzati ai ministeri dell’Interno, della Giustizia e all’ufficio del Procuratore generale. La missione conta uno staff di circa 200 locali e 350 internazionali, provenienti da 23 paesi membri dell’UE insieme a Croazia e Canada. Il capo della missione è lo svedese Karl Åke Roghe.

31 MAGGIO
NUOVE SANZIONI ECONOMICHE CONTRO IL REGIME SIRIANO

Il Consiglio ha deciso di adottare nuove sanzioni economiche contro il regime siriano, che rimarranno valide fino a giugno 2014. Tali misure includono l’embargo petrolifero nonché restrizioni sugli investimenti, le attività finanziarie e il settore dei trasporti. Inoltre, 179 individui – associati alle violente repressioni avvenute nel paese – sono soggetti a congelamento dei beni e al divieto di espatrio.

Area di ricerca

Tag