Print version

Osservatorio sulla Difesa Europea, luglio-agosto 2010

15/07/2010

15-16 luglio 2010
CAMBIA IL COMANDO DELLE MISSIONI EUNAVFOR ED EUPOL AFGHANISTAN

Il 15 Luglio il Brigadiere Generale Jukka Savolainen, finlandese, ha assunto il comando della missione dell’Unione Europea EUPOL Afghanistan sostituendo il danese Kai Vittrup. EUPOL Afghanistan, con un personale di circa 260 unità, ha l’obbiettivo di assistere il governo afgano nella costituzione di un sistema di polizia efficace e sostenibile, in particolare contribuendo all’addestramento delle forze di polizia locale.
Il 16 Luglio l’Ammiraglio francese Philippe Coindreau ha sostituito lo svedese Jam Thornqvist al comando della missione EUNAVFOR. La missione, il cui mandato è valido fino al dicembre 2010, ha il compito di proteggere le navi del World Food Programme dirette in Somalia e in generale il traffico marittimo nel Golfo di Aden tramite deterrenza, prevenzione e repressione di atti di pirateria. Fino a 12 unità europee sono presenti contemporaneamente in zona di operazioni, in cooperazione con forze cinesi, russe, indiane, giapponesi e con le unità che fanno parte del Nato Standing Marittime Group.

26 luglio 2010
L’UE VARA SANZIONI CONTRO L’IRAN

Il Consiglio Affari Esteri dell’Ue ha adottato un pacchetto di misure restrittive contro l’Iran, su richiesta del Consiglio dell’Unione e al fine di mettere in atto la Risoluzione 1929/2010 dell’Onu. Le sanzioni Ue riguardano i settori del commercio, dei servizi finanziari, dell’energia e dei trasporti. Viene inoltre estesa la lista di individui ed entità soggetti a congelamento dei beni e capitali e a divieto di ingresso nell’Unione.

26 luglio 2010
IL CONSIGLIO ADOTTA DECISIONE PER L’ISTITUZIONE DEL SEAE

Il Consiglio Affari Generali dell’Ue ha adottato una decisione per l’istituzione del Servizio Europeo di Azione Esterna, che ne stabilisce organizzazione e funzionamento, sulla base dell’accordo tra Consiglio, Commissione e Parlamento Europeo raggiunto lo scorso giugno.

4 agosto 2010
LA NATO CREA UNA NUOVA DIVISIONE PER OCCUPARSI DI NUOVE SFIDE ALLA SICUREZZA

La Nato ha creato a livello embrionale una Divisione che si occuperà delle nuove sfide alla sicurezza dei membri. La Emerging Security Challenges Division (ESCD), costitutita a livello embrionale accorpando capacità già presenti in varie strutture Nato, affronterà questioni quali terrorismo, proliferazione di armi di distruzione di massa, difesa cibernetica e sicurezza energetica. La ESCD avrà compiti prevalentemente di studio e di early warning, non avendo la Nato un mandato esplicito e chiaro per affrontare tali questioni.

12 agosto 2010
RINNOVATO IL MANDATO DELLA MISSIONE UE IN GEORGIA

Il Consiglio dell’Ue ha esteso il mandato della missione di monitoraggio in Georgia (EUMM Georgia) fino al settembre 2011. La missione si occupa di monitorare l’applicazione dell’accordo in sei punti tra Georgia e Russia, in coordinamento con Osce e Ue.

Area di ricerca

Tag