Mapping Member States' Stances in a Post-Brexit European Union

Al vertice di Bratislava dell’ottobre 2016 gli stati membri dell’Unione europea sono giunti a una conclusione: il voto britannico a favore di un’uscita dall’Ue è una questione seria, ma l’Ue può sopravvivere all’uscita della Gran Bretagna. L’atmosfera politica attuale è tuttavia di forte disagio. La Brexit ha esacerbato un generale malessere europeo, evidenziando la fatica degli stati membri nel raggiungere un accordo quando si tratta di questioni comunitarie. Ciò avrà un’influenza fondamentale sui futuri negoziati con la Gran Bretagna. I paesi membri hanno oggi paura che l’opinione pubblica possa sostenere referendum nazionali favorevoli all’uscita dall’Ue – soprattutto se le istituzioni Ue saranno troppo “morbide” nel negoziare l’accordo la Gran Bretagna. Le loro idee riguardo all’accordo per la Brexit non sono poi sempre simili. Nel tentativo di prevedere quale sarà il modello negoziale Gran Bretagna-Ue, l’autrice di questo saggio illustra il punto di vista degli stati membri, punto di vista che l’Ue dovrebbe tenere in considerazione nel discutere con la Gran Bretagna l’accordo per la Brexit.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, novembre 2016, 17 p.
Allegati: 
Numero: 
16|31
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-9368-011-0
Data pubblicazione: 
14/11/2016

1. A post referendum UK and the path towards Brexit
2. Public opinion on Brexit
3. “Soft” or “hard” Brexit?
4. Mapping member countries’ stances within the Brexit deal
Conclusion
References

Contenuti collegati: 

Area di ricerca

Tag