L'Unione europea e la creazione di una zona libera da armi di distruzione di massa in Medio Oriente

Con un seminario a Bruxelles, il 5-6 novembre 2012, l'Unione europea conferma l'impegno volto a promuovere la fiducia e a sostenere la creazione di una zona libera da armi di distruzione di massa e relativi vettori in Medio Oriente. L'evento ha natura prevalentemente accademica e riunisce rappresentanti governativi e delle principali organizzazioni regionali e internazionali assieme alla società civile. Nella prospettiva della Dichiarazione di Barcellona del 1995 e dei seminari organizzati dall’Ue nel 2008 e 2011, l'auspicio è di far compiere un altro significativo passo avanti ad un processo che, per sua natura, si qualifica come sequenziale e di lungo termine.

Altra versione pubblicata in AffarInternazionali, 30 ottobre 2012.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, Istituto Affari Internazionali, 2012, 6 p.
Allegati: 
Numero: 
1206
Data pubblicazione: 
30/10/2012

Introduzione
1. Dalla nascita del concetto di Zona ai diversi tentativi volti a promuoverla
2. Le prospettive di una MEWMDFZ e la nuova iniziativa europea
Conclusione

Area di ricerca

Tag