Lo strumento militare italiano: problemi e prospettive

Il Mediterraneo, la difesa dell'ltalia da Sud, ma anche il mantenimento di una difesa credibile sul fronte di Nord Est; le scelte strategiche e militari più coerenti con il crescente ruolo internazionale dell'ltalia; priorità e opzioni alternative all'interno di un bilancio della difesa limitato: un dibattito che è iniziato all'inizio del 1985, con la pubblicazione del nuovo Libro Bianco della Difesa italiana, ma che in queste pagine viene affrontato liberamente, senza le costrizioni e le cautele proprie delle pubblicazioni ufficiali. Solo così vengono alla Iuce le diverse posizioni, anche su argomenti scottanti, che dividono le nostre Forze·Armate, come la istituzione della aviazione imbarcata della Marina, la reale consistenza dei diversi scenari di conflitto che possono minacciare I'Italia, la concorrenzialità della nostra industria militare. Un libro che non pretende di rispondere a tutte le domande, ma che dà chiarezza e profondità nuova a questo grande dibattito.

Relazioni presentate al convegno "Lo strumento militare italiano: problemi e prospettive" organizzato dall'Istituto Affari Internazionali (IAI) a Roma il 14-15 giugno 1985.

Curatori: 
Dati bibliografici: 
Milano, Franco Angeli, gennaio 1986, 151 p. (Collana dell'Istituto affari internazionali ; 2)
ISBN/ISSN/DOI: 
88-204-4479-8 ; 978-88-204-4479-2
Data pubblicazione: 
15/01/1986

Premessa, p. 7
Introduzione, di Maurizio Cremasco, p. 9-17
Il quadro generale e i problemi della difesa italiana, di Stefano Silvestri, p. 19-51
1. Premessa
2. Un dibattito strategico per tutta la Nato
3. La questione delle missioni operative
4. Il ruolo strategico di una media potenza
Le possibili situazioni di crisi e gli eventuali scenari di confronto, di Maurizio Cremasco, p. 53-71
1. Premessa
2. Gli scenari di crisi
3. Lo scenario di un confronto militare tra la Nato e il Patto di Varsavia
4. La scenario di una crisi bilaterale
5. Lo scenario della crisi regionale
6. Il problema delle scelte
7. Una forza di rapido intervento italiana
8. Conclusioni
Concetto difensivo e dottrina militare dell’Italia nel dopoguerra, di Virgilio Ilari, p. 73-124
1. Sicurezza nazionale e sicurezza collettiva
2. Integrazione interforze e integrazione internazionale
3. Integrazione atlantica e integrazione europea
4. La determinazione del concetto strategico: un problema aperto
5. Dai compiti delle forze armate al modello di difesa
6, La dottrina di impiego delle forze nucleari
7. L'evoluzione della dottrina di impiego delle forze terrestri e appoggio aerotattico: la difesa avanzata
8. L'evoluzione della dottrina di impiego delle forze terrestri: controguerriglia, guerra territoriale, difesa interna e difesa operativa del territorio
9. La dottrina di impiego delle forze aeree
10. La dottrina di impiego delle forze navali
Alcune riflessioni sulla spesa militare italiana, di Michele Nones, p. 125-133
Lo strumento militare: integrazione o duplicazione?, di Pietro Scagliusi, p. 135-141
Lo strumento militare: integrazione o duplicazione?, di Franco Ferri, p. 143-148
Lo strumento militare: integrazione o duplicazione?, di Pier Luigi Bortoloso, p. 149-151

Area di ricerca

Tag