Le relazioni transatlantiche al tempo del digitale: la questione del trasferimento di dati

Nel luglio 2020 una sentenza della Corte di giustizia europea ha invalidato il regime di trasferimento dei dati tra l’Unione europea e gli Stati Uniti. Questa decisione ha scatenato una serie di reazioni che hanno visto opporsi i partigiani della continuità industriale ed economica ai difensori dei diritti nel contesto digitale. Questa crisi rappresenta un’opportunità, con attori politici come la Commissione von der Leyen e la nuova amministrazione Biden che sembrano avere il potenziale per rinnovare le relazioni transatlantiche attraverso l’azione in ambito digitale.

Studio prodotto nell’ambito del progetto “La geopolitica del digitale”, gennaio 2021.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, gennaio 2021, 11 p.
Allegati: 
Numero: 
21|02
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-9368-172-8
Data pubblicazione: 
25/01/2021

1. Il trasferimento dei dati internazionali, il nuovo petrolio?
2. La sovranità digitale e la regolamentazione delle piattaforme
3. L’evoluzione della giurisprudenza europea in materia di regolamentazione dei dati
4. Il problema della sorveglianza di massa
5. La dimensione di sicurezza nel rapporto transatlantico: la questione della Nato
6. L’opportunità di un rilancio delle relazioni transatlantiche
Riferimenti

Contenuti collegati: 

Area di ricerca

Tag