Le forze italiane in missione all'estero: trend e rischi

Nel 2020 l’Italia dispiega all’estero circa 7.300 militari, suddivisi in 35 missioni in 24 Paesi tra Europa, grande Medio Oriente e in misura crescente Africa. I contingenti principali sono presenti in Libano, Iraq, Afghanistan, Kosovo, Libia, Niger e Somalia. Tale impiego è una costante della politica di difesa italiana e rappresenta uno sforzo impegnativo e di lungo periodo per lo strumento militare. Negli ultimi anni le forze armate hanno dovuto affrontare in teatro escalation forti e improvvise del livello di minaccia, e specie in Africa e Libano si trovano ad operare senza gli Stati Uniti come framework nation della missione. Ciò comporta nuove e importanti implicazioni per l’Italia quanto a pianificazione e condotta delle operazioni, regole di ingaggio, addestramento, logistica, e gli equipaggiamenti da acquisire e mantenere operativi.

Studio preparato per il seminario “La protezione delle forze armate nei teatri operativi” organizzato dallo IAI a Roma il 30 gennaio 2020 e rivisto alla luce del dibattito ivi svoltosi.

Dati bibliografici: 
Roma, IAI, marzo 2020, 17 p.
Allegati: 
Numero: 
20|03
Data pubblicazione: 
10/03/2020

1. I trend delle missioni italiane all’estero
2. Il rischio nei teatri di impiego: sottostimato, in aumento e variegato
3. Le implicazioni in termini operativi, capacitivi, logistici e di addestramento
4. Maggiori responsabilità per l’Italia
Riferimenti

Area di ricerca

Tag