La riunione dei Ministri degli esteri della NATO del 2-3 dicembre 2008

La riunione dei ministri degli esteri della NATO del 2-3 dicembre a Bruxelles ha avuto un carattere prevalentemente interlocutorio. Gli alleati hanno preferito rimandare molte decisioni al vertice di Strasburgo-Kehl del prossimo aprile (summit del sessantesimo anniversario del Trattato). Tuttavia, alcuni segnali politici importanti sono usciti dall'incontro, tra cui l'intenzione di ritornare "gradualmente" a relazioni normali con la Russia e la decisione di non offrire a Ucraina e Georgia il Membership Action Plan (Map), pur ribadendo che i due paesi diventeranno un giorno membri della NATO. È stato invece confermato che al Vertice di aprile sarà sancita l'entrata di Albania e Croazia. Nel comunicato finale si riafferma l’impegno in Afghanistan, sottolineando la priorità della missione Isaf nell'ambito delle operazioni NATO.

Dati bibliografici: 
Roma, Senato e Camera, 17 dicembre 2008, 4 p.
Allegati: 
Numero: 
Note di analisi 4
Data pubblicazione: 
17/12/2008

1. I rapporti Nato-Russia e le relazioni con Ucraina e Georgia
2. Il test dell’Afghanistan
3. Il dialogo mediterraneo
4. La Nato in Kosovo
Conclusioni

Contenuti collegati: 

Area di ricerca

Tag