La politica estera e l'egemonia regionale dell'India in Asia meridionale

Questo numero di IndiaIndie vuole restituire un quadro di ampio respiro della politica estera indiana e del ruolo di primo piano giocato dall’Unione nello scenario sud-asiatico. Quali sono i punti di riferimento ideali in cui affondano le radici della politica estera indiana? Quali i principali orientamenti storicamente seguiti dall’Unione nella definizione delle sue relazioni con gli altri paesi dal conseguimento dell’indipendenza a oggi? Infine, ma non da ultimo, quale ruolo ha giocato l’India in qualità di potenza egemone nello scacchiere dell’Asia meridionale? Tali interrogativi vengono affrontati dalla giovane studiosa Deepshikha Shahi, che nel suo contributo ripercorre il complesso intreccio di tensioni ideali, scelte politiche e orientamenti strategici che hanno concorso nel tempo a definire le direttrici di politica estera dell’Unione. Nel far ciò, l’autrice dà conto delle implicazioni del passaggio epocale segnato dalla fine della Guerra fredda, tracciando le linee di continuità e i momenti di rottura che hanno caratterizzato la politica estera dell’India nella transizione verso il nuovo ordine mondiale. Per quanto attiene poi agli sviluppi più recenti, l’autrice esplora in modo critico non solo i passaggi più recenti della storia del processo di integrazione regionale in Asia del sud, ma anche la complessa relazione, caratterizzata al contempo da competizione e cooperazione, che lega l’India alla Cina, nonché il nuovo terreno di cooperazione recentemente scoperto dall’Unione Indiana con Brasile e Sud Africa.
Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, Istituto Affari Internazionali, marzo 2012, 6 p.
Numero: 
12/01
Data pubblicazione: 
27/03/2012

Area di ricerca

Tag