La collaborazione italo-britannica nel settore della difesa e sicurezza dopo la Brexit

Italia e Regno Unito hanno da tempo instaurato una solida collaborazione nel settore della difesa, sia sul piano operativo che su quello industriale. La cooperazione tra i due Paesi si inserisce nel più ampio contesto di difesa europeo e si sviluppa principalmente nel settore aeronautico ed elettronico militare attraverso accordi intergovernativi a geometria variabile, con buone potenzialità di esportazione. A livello industriale le prolungate interazioni tra le forze armate italiane e britanniche hanno favorito l’integrazione tra le rispettive industrie della difesa sviluppando modalità di lavoro condivise, anche in seguito alla creazione di joint venture. Con l’uscita del Regno Unito dall’Ue è stato sottoscritto l’Accordo sugli scambi e la cooperazione per definire le relazioni tra l’Unione e Londra nella sua condizione di Paese terzo. Tuttavia la mancanza di un accordo sulla politica estera, di sicurezza e difesa rende necessario definire nuove modalità di cooperazione. In Italia sarà necessario introdurre modifiche normative alla Legge 185/90 per mantenere rapporti privilegiati ed efficaci con i Paesi partner e alleati esterni all’Unione, come il Regno Unito, e puntare alla definizione di un accordo quadro tra i rispettivi Ministeri della Difesa all’interno del quale sviluppare la collaborazione settoriale.

Curatori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, aprile 2021, 40 p.
Allegati: 
Numero: 
21|09
Data pubblicazione: 
30/04/2021

Executive summary
1. La collaborazione fra Italia e Regno Unito nei programmi intergovernativi, di Ester Sabatino
1.1 I programmi per le esigenze delle rispettive forze armate
1.2 Le esportazioni a Paesi terzi
2. La collaborazione fra Italia e Regno Unito a livello industriale, di Ester Sabatino
2.1 Integrazione fra le imprese
2.2 Filiere produttive
3. L’Accordo sugli scambi e la cooperazione tra l’Ue e il Regno Unito del 24 dicembre 2020 e le implicazioni per il settore della difesa, di Ottavia Credi
3.1 Tematiche escluse dall’Accordo
3.2 Ripercussioni sulle politiche europee
3.3 Risultati dell’accordo
4. Le previsioni dei Regolamenti Pesco ed Edf per la partecipazione di stati terzi, di Ottavia Credi
4.1 Partecipazione di stati terzi a progetti Pesco
4.2 Accesso di enti terzi a progetti finanziati dall’Edf
5. Le implicazioni della nuova condizione del Regno Unito di Paese non Ue per la normativa italiana relativa al settore della difesa, di Michele Nones
5.1 Il controllo delle importazioni ed esportazioni di prodotti della difesa da e verso il Regno Unito
5.2 Definizione di specifici accordi fra Italia e Regno Unito relativi al settore della difesa
Lista degli acronimi

Area di ricerca

Tag