The International Role of the European Union

Negli ultimi anni gli impegni internazionali dell'Unione Europea sono considerevolmente cresciuti soprattutto in settori come il commercio, l'aiuto allo sviluppo, la ricostruzione civile di stati devastati da conflitti. Ma, nel complesso, il ruolo internazionale dell'Unione rimane debole, ben al di sotto delle attese dell'opinione pubblica. Non solo essa non dispone ancora di adeguate capacità e risorse per condurre azioni militari su larga scala, ma spesso, a causa della debolezza dei suoi strumenti istituzionali e delle divergenze fra gli stati membri, non è in grado di svolgere un'azione diplomatica coerente ed efficace. Alcune questioni cruciali riguardanti la stessa identità dell'Unione come attore internazionale rimangono aperte. E' auspicabile che l'Unione, che è oggi soprattutto una potenza civile ed economica, diventi anche una potenza militare? Riusciranno gli stati europei a elaborare una vera strategia comune di politica estera? Sapranno dotarsi di nuovi organi e strumenti comuni in grado di assicurare una più efficace presenza europea nei principali scacchieri internazionali? E' realistico aspettarsi che venga superata l'attuale reticenza dei governi a trasferire a Bruxelles potere decisionale nel settore della politica estera? A queste e altre domande sul futuro della politica estera europea si tenta di dare una risposta in questo volume, a cui hanno contribuito studiosi sia italiani che stranieri. Gli autori analizzano l'azione esterna dell'Unione Europea nelle sue varie articolazioni, mettendone in luce le interconnessioni, gli elementi di forza e di debolezza e le potenzialità di sviluppo. Vengono presi in esame non solo i meccanismi istituzionali e decisionali della Politica estera e di sicurezza comune (Pesc), ma anche i rapporti tra quest'ultima e le altre politiche esterne dell'Unione - in particolare quelle che rientrano nel pilastro comunitario -, nonché l'impatto esterno delle politiche relative al settore della giustizia e degli affari interni. Una parte dell'opera è poi dedicata all'esame di alcune specifiche politiche esterne dell'Unione - l'allargamento, le iniziative verso i Balcani e il Mediterraneo, i rapporti con gli Usa - con particolare riguardo ai risultati concreti che ne sono scaturiti e alla performance dei vari organi dell'Unione che vi hanno contribuito. Infine, nei capitolo introduttivo e in quello conclusivo dell'opera i due curatori, riassumendo i risultati della ricerca, svolgono alcune considerazioni d'insieme sull'identità dell'Unione come attore internazionale e sull'evoluzione futura della politica estera europea.

Volume preparato dal Centro studi di politica internazionale (CeSPI) e dall'Istituto Affari Internazionali (IAI) per il Centro militare di studi strategici (CeMiSS). Pubblicato anche in italiano: Il ruolo internazionale dell'Unione europea, Roma, Artistic&Publishing Company, aprile 2002, 362 p. (Collana CeMiSS ; 23), ISBN 88-88391-34-7 ; 978-88-88391-34-2.

Dati bibliografici: 
Roma, Centro militare di studi strategici, maggio 2003, 308 p. (Collana del Centro Militare di Studi Strategici ; 118)
Data pubblicazione: 
01/05/2003

Preface, p. 3-4

Introduction
Evaluating the EU's International Role, by Rosa Balfour, p. 7-25

Part One. The Institutional Dimension of CFSP: Actors and Decision-Making
1. CFSP/ESDP Decision-Making Mechanisms, by Franco Algieri, p. 29-45
2. The Role of CFSP High Representative and the Policy Planning and Early Warning Unit, by Raffaella Circelli, p. 47-73

Part Two. States, Pillars and Policy Fields
3. CFSP/ESDP: Coherence as a Challenge, Flexibility as a Method, Effectiveness as a Goal, by Antonio Missiroli, p. 77-102
4. The Asymmetrical Fortress: The Problem of Relations Between Internal and External Security Policies in the European Union, by Ferruccio Pastore, p. 103-125
5. The Single Currency at the Service of the Common Foreign and Security Policy? , by Daniel Gros, p. 127-145
6. Structure and National Interest in the Development of CFSP-ESDP, by Julian Lindley-French, p. 147-166

Part Three. The EU Meets Its Tests: Foreign Policy in the Making
7. Enlargement to Central and Eastern Europe as a Foreign and Security Policy, by Barbara Lippert, p. 169-194
8. The Role of the EU in the Mediterranean and the Future of the Euro-Med Partnership, by Roberto Aliboni, p. 195-210
9. The Enlargement-Foreign Policy Gap: The Case of Turkey, by Nathalie Tocci, p. 211-237
10. Testing EU Foreign Policy in the Balkans. Capabilities and Policies in Responding to the 2001 Armed Conflict in Macedonia (FYROM), by Mario Zucconi, p. 239-254
11. The EU and Transatlantic relations: The Evolution of CFSP/ESDP in the Euro Era, by Roberto Menotti, p. 255-294

Conclusions
Prospects for Development and Reform of the European Union's Foreign Policy, by Ettore Greco, p. 295-306

Abbreviations, p. 307-308

Area di ricerca

Tag