Il dilemma Russia

Le simpatie del nuovo Presidente Donald Trump verso Vladimir Putin sollevano preoccupazioni all’interno dell’Unione Europea (UE), già fragilmente esposta a conflitti interni e a rischi di sgretolamento. Confinare le relazioni con Mosca alla sola cooperazione energetica, rinunciando a una discussione aperta sul dossier nucleare e sul destino delle Repubbliche indipendenti ex-sovietiche, tradisce l’inesistenza di una politica europea coerente e condivisa nei confronti della Russia. Quel che potrebbe indurre Putin a preferire rapporti bilaterali al contesto multilaterale europeo, e Cina o Stati Uniti come interlocutori principali.

Autori: 
Dati bibliografici: 
in Energia, a. 38., n. 1 (marzo 2017), p. 10-13
Data pubblicazione: 
16/03/2017

Area di ricerca

Tag