The Governance of Migration and Border Controls in the European-North African Context

Nell’ultimo decennio gli stati mediorientali e nordafricani hanno acquisito una crescente influenza nei confronti dell’Europa in materia di migrazione e controlli alle frontiere. In questo contesto il presente saggio identifica alcune tendenze nelle risposte di questi stati. Considerando esempi relativi al Mediterraneo occidentale, in particolare ai paesi nordafricani, si concentra su due aspetti correlati: mette prima di tutto in evidenza la tendenza a “localizzare” le norme e le pratiche internazionali relative alla gestione delle migrazioni, ossia la tendenza ad adattare e modificare tali norme in base alle preferenze e alle condizioni nazionali. Gli autori discutono poi la crescente tendenza a criminalizzare la migrazione e la sempre minore attenzione dedicata ai diritti umani. In conclusione sottolineano come la regione sia sempre più integrata nella governance internazionale della migrazione, ma con una distorsione: i governi della regione risultano “integrati” nella più ampia tendenza a criminalizzare la migrazione e rafforzare il controllo statale, a detrimento generale degli standard dei diritti umani.

Dati bibliografici: 
Roma, IAI, settembre 2018, 11 p.
Allegati: 
Numero: 
Working Papers 13
Data pubblicazione: 
27/09/2018

Introduction
1. Localizing Norms
2. MENA Countries’ Permeability to External Influences
3. Migration Management Re-Appropriated
Conclusion
References

Area di ricerca

Tag