The Geopolitics of Critical Minerals

La decarbonizzazione dell’economia mondiale, resa necessaria dalla crisi climatica, e la nuova ondata di sviluppo tecnologico caratterizzata da intelligenza artificiale e reti 5G alimentano la corsa a garantirsi un accesso ininterrotto ai minerali essenziali. Gli attori industriali tradizionali (Stati Uniti, UE e Giappone) sono in competizione con la Cina e la sua Nuova via della seta, che si propone di unire Eurasia e Africa e allacciarsi al Sud America in uno spazio ininterrotto di alta connettività (terrestre, marittima, aerea, cibernetica) e di interscambio commerciale. Capire in che modo l’elevata concentrazione geografica di terre rare, litio e cobalto spesso dia origine a situazioni di conflitto, soprattutto in aree instabili del mondo, offre indicazioni istruttive su come la corsa alla decarbonizzazione e alla digitalizzazione dell’economia mondiale contribuirà a plasmare la geopolitica negli anni a venire.

Studio preparato nell’ambito della partnership strategica IAI-Eni, dicembre 2019.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, dicembre 2019, 14 p.
Allegati: 
Numero: 
19|27
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-9368-119-3
Data pubblicazione: 
02/01/2020

Introduction
1. Rare earths as a major geopolitical challenge
2. Competition over lithium and cobalt
3. The BRI and the race for critical minerals
Conclusion
References

Contenuti collegati: 

Area di ricerca

Tag