Evoluzione dell'industria della difesa cinese e prospettive per le aziende italiane

L’industria della difesa cinese si è evoluta considerevolmente negli ultimi decenni. La ristrutturazione del complesso militare-industriale e la crescita a due cifre del bilancio della difesa ha trasformato la Cina in uno dei più importanti acquirenti e produttori di armi. Questo apre prospettive per le aziende italiane su tre fronti: (i) il mercato interno cinese; (ii) gli investimenti cinesi in Italia nei settori della difesa e dell’aerospaziale; (iii) la possibilità di creare joint-ventures e partnership strate-giche tra imprese italiane e cinesi per i mercati esteri. L’embargo UE sulla vendita di armi alla Cina rimane però un ostacolo allo sviluppo della cooperazione nel settore della difesa. Sarebbe opportuno trovare soluzioni che consentano di revocarlo, ma in forme e modi che non creino tensioni con gli USA e non espongano l’UE all’accusa di contribuire ad alterare l’incerto equilibrio strategico region-ale. I responsabili politici europei devono considerare attentamente le conseguenze che l’ammodernamento dell’industria della difesa cinese – e un’eventuale revoca dell’embargo – possono avere per gli equilibri in Asia, il ruolo degli USA nell’area e, più in generale, i futuri equilibri globali.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, Senato, maggio 2010, 4 p.
Allegati: 
Numero: 
Note 7
Data pubblicazione: 
03/05/2010

1. Un’industria della difesa funzionale alla ‘grande strategia’ cinese
2. L’evoluzione del complesso militare-industriale
3. Un bilancio della difesa in costante aumento
4. Produzioni cinesi sempre più competitive sui mercati internazionali
5. Prospettive per le aziende italiane
6. L’embargo UE

Area di ricerca

Tag