European Security Post-Libya and Post-Ukraine: In Search of Core Leadership

Questo studio analizza la futura governance della politica di sicurezza e difesa comune (Psdc). A differenza di altre aree politiche, le principali sfide per la Psdc derivano dalla mancanza di un centro di leadership e di uno scopo comune, piuttosto che da difetti di progettazione istituzionali. A ciò si aggiunge il rapporto disfunzionale dell'Ue con la Nato che ha costretto la Psdc a limitare i propri sforzi nella gestione, soprattutto civile, delle crisi nel vicinato dell'Ue. Per andare avanti, l'Ue dovrebbe sfruttare sforzi di integrazione sub-regionali in questo ambito, pur mantenendo l'Ue nel suo insieme come punto di riferimento fondamentale e come quadro comune per una maggiore integrazione tra gruppi di stati membri.

Documento preparato nell'ambito del progetto "Towards a More United and Effective Europe". Versione rivista di un paper presentato al seminario IAI-Notre Europe su "European Security after Libya and Ukraine: in search of a core leadership", Parigi, 29 aprile 2014.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, Istituto affari internazionali, maggio 2014, 36 p.
Numero: 
8
Data pubblicazione: 
31/05/2014

1. Introduction
2. Regional Approaches
3. Regional Initiatives: Examples and Concepts
4. A Conceptual Framework for Northwestern Europe
5. Opportunities and Risks
6. Testing Regional Approaches: The Next Steps Forward
    6.1. Terminology
    6.2. Bottom-up Processes
    6.3. Top-down Approaches
    6.4. Institutional Issues and Governance
    6.5. Subsidiarity
7. A Way Forward
8. Recommendations
References

Area di ricerca

Tag