Europe and Israel: A Complex Relationship

Tra Europa e Israele vi sono, in una certa misura, ambiguità, sfiducia, e perfino ostilità. Gli europei vedono Israele avviata verso l’occupazione permanente dei territori palestinesi, e Israele percepisce la posizione europea come sbilanciata e prevenuta. I legami economici e istituzionali sono forti, ma è difficile che le relazioni si rafforzino ulterioriormente a meno che non si arrivi a una soluzione pacifica del conflitto israelo-palestinese. Per l’Ue risolvere il conflitto è sia una questione di interesse sia di valori, e il suo impegno può assumere diverse forme: quella del “bastone”, come nel caso della normativa relativa all’etichettatura dei prodotti provenienti dagli insediamenti israeliani nei territori occupati, e quella della “carota”, come nel caso dell’offerta a Israele di una speciale partnership privilegiata con l’Ue. Nell’opinione pubblica israeliana una percezione più chiara dei costi della non-pace e dei vantaggi di una risoluzione del conflitto potrebbe contribuire a sbloccare la situazione di stallo e a rimuovere la fallace illusione che lo status quo sia sostenibile.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, maggio 2016, 7 p.
Allegati: 
Numero: 
16|12
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-98650-92-7
Data pubblicazione: 
26/05/2016

1. Europe and Israel mistrust each other
2. Economic and institutional linkages
3. Modalities of EU engagement: Sticks and carrots
Conclusions

Area di ricerca

Tag