The EU, the UN and Collective Security. Making Multilateralism Effective

Questo volume esamina l'efficacia del multilateralismo nel garantire la sicurezza collettiva e, in particolare, il ruolo dell'Unione europea in tale processo. Nel 1992, poco dopo la fine della Guerra fredda, in occasione di un vertice del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite a New York è stata ribadita la rilevanza del sistema di sicurezza collettiva e dichiarata la determinazione dei capi di stato nel volerlo sostenere quale principale strumento internazionale per preservare la pace. Vent'anni dopo, tuttavia, i risultati della sicurezza collettiva e dello stesso multilateralismo non sono molto incoraggianti. Negli anni '90 il sistema di sicurezza collettiva sancito dalla Carta delle Nazioni Unite (Onu) ha ripetutamente fallito nel portare a termine il proprio mandato ed ha suscitato - negli Stati Uniti ed in Europa - accesi dibattiti che hanno raggiunto il loro apice in occasione della crisi irachena del 2002-03. Il volume è il risultato di una ricerca, sia teorica che empirica, che ha cercato di rispondere alle seguenti domande: 1) Quali ragioni hanno determinato l’efficacia o l’inefficacia del multilateralismo nell'ambito del mantenimento, della conservazione e della costruzione della pace? 2) Come può essere reso più efficace il multilateralismo? 3) Come valutare i tentativi europei per rendere più efficiente il multilateralismo dell’Onu nell’ambito della sicurezza? Questo libro sarà di grande interesse per gli studenti che si occupano di costruzione/mantenimento della pace, politica dell'Ue, Onu, studi di sicurezza e relazioni internazionali in generale.

Risultato del progetto di ricerca The European Union and the Reform of the United Nations (The EU as a global actor in the UN reform process), condotto da Istituto Affari Internazionali (IAI) e Institute of Social Sciences, Department of Politics, della Christian Albrechts-University di Kiel (CAU), con il supporto della Fondazione Volkswagen. Presentato in un incontro organizzato a Roma il 13 maggio 2013 dallo IAI e dalla Rappresentanza in Italia della Commissione europea.

Dati bibliografici: 
London and New York, Routledge, 2012, xx, 269 p. (Contemporary security studies)
ISBN/ISSN/DOI: 
978-0-415-69917-4 ; 978-0-203-11554-1 (ebk)
Data pubblicazione: 
22/04/2012

List of illustrations, p. xiv
Notes on contributors, p. xv-xvi
List of abbreviations, p. xvii-xx

Introduction
Effectiveness of Multilateralism in the Field of Collective Security, Joachim Krause and Natalino Ronzitti, p. 1-5

Part I. Theoretical Approaches to and Historical Developments of Global Governance in the Field of Collective Security
1. Global Governance in the Field of Collective Security: How to Make Multilateralism more Effective, Joachim Krause, p. 9-36
2. Effectiveness and Ineffectiveness of the UN Security Council in the 20 Years since the Fall of the Berlin Wall: a European Perspective, David Hannay, p. 37-52
3. Effectiveness and Ineffectiveness of the UN Security Council in the Last 20 Years: a US Perspective, John van Oudenaren, p. 53-69

Part II. The UN Security Council
4. The reform of the UN Security Council, Natalino Ronzitti, p.73-93
5. The EU's Contribution to the Effectiveness of the UN Security Council between Presence and Impact, Nicoletta Pirozzi, p. 94-114

Part III. UN Peacekeeping
6. UN Peacekeeping Missions during the Past Two Decades: How Effective Have They Been?, Denis M. Tull, p. 117-149
7. Options for Improving UN-EU Cooperation in the Field of Peacekeeping, Alexandra Novosseloff, p. 150-174

Part IV. International Peacebuilding and State-building
8. International Peacebuilding and State-building Efforts: How Effective Have They Been?, Keith Crane, p. 177-196
9. Building Peace in Post-Conflict Environments: Why and How the UN and the EU Interact, Thierry Tardy, p. 197-220
10. Constructing a Framework of Effective Multilateralism: Conclusions for the Field of Collective Security, Inna Melnykovska and Nicoletta Pirozzi, p. 221-230

Appendices
1. The UN Security Council Reform Process: Recent Developments, Elisabetta Martini, p. 231-240
2. Joint Declaration on UN-EU Cooperation in Crisis Management, p. 241-242
3. Joint Statement on UN-EU Cooperation in Crisis Management, p. 243-244
4. Major Stages of the Institutionalization of the UN-EU Cooperation, p. 245-248
5. Contributions of EU Member States to UN Peacekeeping Operations, p. 249-250
6. EU Autonomous Operation in Support of a UN Peace Operations, p. 251
7. Operations Involving UN-EU Cooperation since 2003, p. 253-258

Index, p. 259-269

Area di ricerca

Tag