The EU-Turkey March 2016 Agreement As a Model: New Refugee Regimes and Practices in the Arab Mediterranean and the Case of Libya

Prendendo come punto di partenza l’accordo del marzo 2016 tra Ue e Turchia in materia di rifugiati e migranti, il presente documento ne analizza gli elementi principali e discute se l’accordo (o sue parti) possa essere applicato in altri contesti. L’autore discute l’importanza dell’accordo Ue-Turchia per il Mediterraneo arabo e più specificamente per la Libia, in vista di un ipotetico miglioramento delle condizioni politiche e di sicurezza nel paese. L’autore afferma che l’accordo Ue-Turchia, nonostante critiche rilevanti, contiene elementi che possono essere presi in considerazione nei futuri negoziati tra l’Ue e il Mediterraneo arabo in materia di migrazione.

Paper presentato al seminario “Does the EU-Turkey Deal Represent a Model to be Replicated in Other Contexts?”, Catania, 16 dicembre 2016.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, dicembre 2016, 8 p.
Allegati: 
Numero: 
Working Papers 16
Data pubblicazione: 
19/12/2016

Introduction
1. The EU-Turkey model and its possible relevance in the Arab Mediterranean
1.1 Main elements of the EU-Turkey model
1.2 Relevance of the EU-Turkey agreement in the Arab Mediterranean
     Returning irregular migrants
     Resettling of readmitted refugees
     Visa liberalization
     Increased financial aid
     Cooperation on improving humanitarian conditions in Syria and other homelands
2. The case of Libya
Conclusions and recommendations
References

Area di ricerca

Tag