EU-India: Starting a More Adventurous Conversation

Dodici anni dopo il lancio della loro partnership strategica, l’UE e l’India sembrano pronte a indirizzare il loro rapporto verso nuovi orizzonti, potenzialmente più avventurosi, emozionanti e reciprocamente vantaggiosi. Il vertice del marzo 2016 ha segnato l’inizio di un dialogo UE-India più maturo e politicamente rilevante. Attuare le diverse priorità indicate nel vertice di marzo richiede però tempo, energia e uno sforzo per mantenere lo slancio. I vertici ad alto livello dovrebbero tenersi regolarmente – invece che a intervalli di quattro anni – in modo che i leader possano mantenere i contatti e costruire relazioni migliori. I nuovi settori di cooperazione, compreso quello della sicurezza, devono essere rafforzati e portare rapidamente a risultati pratici. Con le loro diverse storie, identità e priorità, l’UE e l’India continueranno a non essere d’accordo su molte questioni. Tali differenze non devono tuttavia ostacolare un miglioramento dei rapporti.

Paper presentato alla tavola rotonda sul dialogo Ue-India sulla sicurezza tenutasi a Mumbai il 7 novembre 2016 nell'ambito del progetto “Moving Forward the EU-India Security Dialogue: Traditional and Emerging Issues” guidato dall'Istituto Affari Internazionali (IAI) e da Gateway House: Indian Council on Global Relations (GH). Il progetto fa parte della EU-India Think Tank Twinning Initiative, finanziata dall'Unione europea.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, dicembre 2016, 7 p.
Allegati: 
Numero: 
16|22
Data pubblicazione: 
21/12/2016

Introduction
1. The new conversation therefore has the potential for being more adventurous and going beyond an exclusively trade agenda
2. Going forward, three important drivers – economics and trade, India’s modernization needs and geopolitics and security – will determine the content and contours of EU-India relations
3. The challenge ahead

Area di ricerca

Tag