Esplorando il triangolo USA-Europa-Turchia

La vicedirettrice dell’Istituto Affari Internazionali ritiene che sia necessario infondere nuova vita al processo di adesione di Ankara nell’Unione europea, per superare questo difficile momento di opacità e di stallo. L’impegno per il cambiamento è vivo e operante in Turchia, ma l’assenza di un ombrello europeo ha concorso alla rottura di quella alleanza tra i liberali e il partito di governo della giustizia e dello sviluppo che forniva un adeguato supporto al processo riformatore. I tentennamenti dell’UE rischiano di minare la credibilità del negoziato e la stessa credibilità dell’Unione. La Turchia rappresenta una grande opportunità per la sua collocazione geografica come importante snodo di preziose risorse energetiche. E col suo assetto politico moderato e secolare offrirebbe la possibilità di affrontare sfide multiple e globali, rafforzando l’Alleanza Atlantica. Gli USA possono concorrere a riconciliare la nozione di «europeità» di questo Paese con la sua natura transregionale.

Autori: 
Dati bibliografici: 
in Benvenuta Turchia! L'adesione, all'alba di una nuova Europa = Diritto e Libertà, a. 12., n. 19 (2011), p. 102-111
Data pubblicazione: 
10/05/2011

Area di ricerca

Tag