Engaging Civil Society in Turkey and the EU: Can They Break Through the Deadlock?

In un momento in cui le relazioni tra Turchia e Unione europea si sono raffreddate e i canali di comunicazione ufficiali sono instabili e inefficaci, è la società civile a offrire un’importante canale di interazione. Questo saggio esamina se e come le organizzazioni della società civile possono influire sull’opinione pubblica in Turchia e nell’Ue per promuovere una più stretta cooperazione. L’autore considera dapprima il modo in cui gli attori della società civile si sono mobilitati sull’adesione all’Ue nei primi anni di candidatura della Turchia. Analizza i primi sforzi compiuti da importanti attori della società civile e discute i fattori che li hanno resi possibili. Dopo aver brevemente illustrato le mutate condizioni, l’autore suggerisce diversi modi in cui la società civile può influenzare oggi l’opinione pubblica in Turchia e in tutta l’Ue. Nel fare ciò, l’autore prende in considerazione i problemi che ci troviamo di fronte.

Versione rivista del paper presentato al seminario “Engaging Civil Societies in Turkey and the EU: Can They Break Through the Deadlock?”, organizzato a Istanbul il 1 febbraio 2019 dall’Istituto Affari Internazionali (IAI) con Istanbul Policy Center (IPC) e Stiftung Mercator nell’ambito del progetto Global Turkey in Europe.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, IAI, marzo 2019, 8 p.
Allegati: 
Numero: 
Working Papers 20
Data pubblicazione: 
11/03/2019

Introduction
1. Turkish Civil Society and Support for the EU Accession Process
2. Turkish Civil Society and Influencing Public Opinion
2.1 Public Opinion in Turkey
2.2 Public Opinion in the EU
Conclusion
References

Area di ricerca

Tag