Emergenza coronavirus e politica estera. L'opinione degli italiani sul governo, l'Europa e la cooperazione internazionale

L’11 marzo 2020 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito ufficialmente “pandemia” la crisi epidemica generata dal Covid-19. Cosa pensano gli italiani dell’azione del governo e dell’Unione europea per fronteggiarla? Quale voto assegnano al premier, ai vari ministri e ai tecnici? E ai presidenti delle Regioni? Quanto sono critici verso Bruxelles? Si fidano della Cina? Sono favorevoli più o meno di prima alla cooperazione internazionale e alla libera circolazione di merci e persone? Hanno fatto breccia le teorie complottistiche sulla diffusione del virus? Quali sono le opinioni prevalenti negli elettorati dei singoli partiti? Il rapporto offre risposte a queste domande partendo dall’analisi dei dati raccolti attraverso un’indagine di opinione realizzata dal Laboratorio Analisi Politiche e Sociali dell’Università degli Studi di Siena e dallo IAI nell’ambito della propria partnership strategica con la Fondazione Compagnia di San Paolo. L’indagine ha preso in esame un campione di individui maggiorenni, selezionati in modo da assicurare la rappresentatività della popolazione anagrafica residente in Italia.

Indagine condotta dal Laboratorio di analisi politiche e sociali (LAPS) dell’Università di Siena in collaborazione con lo IAI. Rapporto presentato al web meeting “Emergenza coronavirus e politica estera”, 15 maggio 2020.

Dati bibliografici: 
Roma, IAI, maggio 2020, 23 p.
Data pubblicazione: 
15/05/2020

Principali risultati
1. Orientamenti generali
2. Attori
3. Ruolo dell’Europa
4. Ruolo della Cina
5. Complottismo
Conclusioni

Area di ricerca

Tag