Cooperazione transatlantica nella difesa e trasferimento di tecnologie sensibili

Scopo del lavoro è analizzare la cooperazione tra Europa e Stati Uniti nel settore della difesa, in particolare nei programmi internazionali di sviluppo e produzione di sistemi d'arma. Sono utilizzati come case study il velivolo da combattimento Joint Strike Fighter (Jsf) ed il sistema di difesa missilistica Medium Extended Air Defence System (Meads). Lo studio si propone di valutare l'importanza militare, economica e tecnologica dei due programmi per l'Italia, con particolare attenzione alle problematiche relative al trasferimento di informazioni e tecnologie sensibili dagli Stati Uniti. Accanto ai documenti ufficiali e alla pubblicistica considerata, la ricerca si giova anche dei colloqui avuti con autorevoli esponenti del mondo militare, diplomatico e industriale. Alla luce dell'analisi svolta, si propongono infine dieci possibili politiche giudicate utili al perseguimento degli interessi italiani nel quadro della cooperazione transatlantica.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, Istituto Affari Internazionali, giugno 2008, 132 p.
Allegati: 
Numero: 
30
Data pubblicazione: 
30/06/2008

Introduzione

1. Europa e America: autosufficienza o cooperazione?

2. Case study: il programma Jsf
2.1 Evoluzione, struttura e costi del programma Jsf
2.2 Il Jsf modello di co-sviluppo internazionale d'un sistema d'arma
2.3 La partecipazione dell'Italia e il contesto europeo

3. Case study: il programma Meads
3.1 Sviluppo del programma e partecipazione internazionale
3.2 Le problematiche delle innovazioni tecnologiche
3.3 La partecipazione italiana

4. Il trasferimento di tecnologie sensibili nel Jsf e nel Meads
4.1 Normative e procedure statunitensi sull'export control
4.2 Tutela della base industriale e trasferimento di tecnologie
4.3 Il problematico tech transfer nei programmi Jsf e Meads
4.4 Le nuove policies del Pentagono: un cambio di rotta

Conclusioni
Lista delle abbreviazioni

Area di ricerca

Tag