Can South-Eastern Mediterranean Gas be a Supply for the EU?

I giacimenti di gas nel Mediterraneo sud-orientale sono ancora in fase di esplorazione e sviluppo. Nel frattempo rimane senza risposta la domanda su quale strada – o quali strade – questo gas prenderà per arrivare ai mercati mondiali. I diversi possibili percorsi sembrano presentare problemi sia da un punto di vista politico che finanziario, frenando così lo sviluppo. Tuttavia, con il rinnovato interesse dell'Europa a una diversificazione degli approvvigionamenti dovuto alla crisi tra Russia e Ucraina, e con i proprietari e i gestori dei giacimenti desiderosi di monetizzare le risorse, il gas del Mediterraneo orientale potrebbe diventare una risorsa potenziale per l'Unione europea. Questo studio intende dare una risposta alla domanda se le risorse del Mediterraneo sud-orientale possano essere considerate come una notevole fonte di approvvigionamento per l'Europa e, in caso di risposta affermativa, quali siano i percorsi alternativi di cui tutte le parti in causa potrebbero avvantaggiarsi.

Documento prodotto nell'ambito del progetto IAI-Edison "The Changing Regional Role of Turkey and Cooperation with the EU in the Neighbourhood"

Dati bibliografici: 
Roma, Istituto affari internazionali, novembre 2014, 26 p.
Allegati: 
Numero: 
14|17
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-98650-22-4
Data pubblicazione: 
25/11/2014

Introduction
1. Overview of the South-Eastern Mediterranean gas discoveries
2. Will the South-Eastern Mediterranean gas head to the EU?
3. Traditional method for transport: pipelines
4. Alternative methods for transport
    4.1 Rising trend: liquefied natural gas
    4.2 Benefits of new technology: compressed natural gas
    4.3 Sub-sea electricity cables
Conclusion
References

Area di ricerca

Tag