Brexit and External Differentiation in Single Market Access

Questo saggio sviluppa due possibili scenari (cooperazione più stretta vs cooperazione più libera) di una futura relazione economica tra l’Unione europea e il Regno Unito. Dopo aver analizzato il modo in cui si inseriscono nell’attuale panorama Ue di differenziazione esterna, gli autori valutano questi due scenari in termini di efficacia – definita come la capacità di ridurre i disagi economici – e i loro potenziali effetti sull’unità politica dell’Ue. Gli autori giungono alla conclusione che è lo scenario di una più stretta cooperazione quello più adatto a minimizzare i danni economici sia per il Regno Unito che per l’Ue e a fornire un clima per la cooperazione economica a lungo termine. Per quanto riguarda l’effetto sulla coesione dell’Ue, secondo gli autori la minaccia più grave alla sua unità sarebbe un accordo “sbilanciato” che offra vantaggi a un livello cui non corrisponde una serie di obblighi. Ciò potrebbe scatenare il desiderio di una maggiore differenziazione tra gli Stati membri e dare l’avvio a richieste da parte dei paesi terzi di rinegoziare gli attuali regimi di differenziazione esterna dell’Ue.

Dati bibliografici: 
Roma, IAI, giugno 2020, 14 p.
Allegati: 
Numero: 
Policy Brief 1
Data pubblicazione: 
19/06/2020

Introduction
1. The complex landscape of external differentiation in Single Market access
2. The EU and UK negotiating positions
3. Scenarios for the future EU–UK economic partnership
4. The effectiveness of the two scenarios
5. The scenarios’ impact on EU political unity
6. Outlook
Conclusion
References

Area di ricerca

Tag