Algeria: Between Popular Protests, Political Uncertainty and Regional Turmoil

Il 28 gennaio 2020 l’Istituto Affari Internazionali (IAI) ha organizzato un briefing di esperti sull’Algeria cui hanno partecipato due studiosi internazionali per discutere i recenti sviluppi nel paese, gli effetti sugli stati vicini e la rilevanza per la politica estera italiana verso l’Algeria e la più ampia regione del Nord Africa. Il briefing è parte di una cooperazione in corso tra lo IAI e l’Unità di Analisi e Programmazione (Uap) del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (Maeci). Intitolato “Algeria: Between Popular Protests, Political Uncertainty and Regional Turmoil”, il briefing di due ore si è svolto secondo la regola di Chatham House. La partecipazione di ricercatori IAI e funzionari italiani ha consentito uno stimolante scambio di opinioni in un formato ristretto sui recenti sviluppi in Algeria, valutandone le possibili implicazioni future. Gli esperti hanno discusso dello sviluppo del movimento di protesta Hirak, dei problemi socio-economici e politici che le autorità algerine si trrovano ad affrontare, dell’impatto dei conflitti in Libia e nel Sahel nonché delle sfide future per il Paese.

Rapporto della riunione di esperti organizzata a Roma il 28 gennaio 2020 dall’Istituto Affari Internazionali (IAI) nell’ambito della cooperazione in corso tra lo IAI e l’Unità di Analisi e Programmazione (Uap) del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale (Maeci).

Dati bibliografici: 
Roma, IAI, marzo 2020, 6 p.
Allegati: 
Numero: 
20|06
Data pubblicazione: 
25/03/2020

Area di ricerca

Tag