Actors of Accountability in Africa: ICC, African Union and Nation-States

È diventato sempre più evidente come la componente giudiziaria nei processi di riconciliazione post-conflitto sia di vitale importanza per una stabilità a lungo termine. In Africa, in particolare, i processi in corso in alcuni paesi e attori quali la Corte penale internazionale (Cpi), l'Unione europea e l'Unione africana, fanno fatica a guadagnare legittimità e consenso pubblico in un clima connotato da una crescente diffidenza nei confronti delle ingerenze internazionali negli affari africani. Tribunali ibridi come quelli istituiti in Senegal, che uniscono diritto nazionale e internazionale, possono aiutare a superare l’ostacolo creato da questo crescente antagonismo.

Autori: 
Dati bibliografici: 
Roma, Istituto Affari Internazionali, maggio 2015, 14 p.
Allegati: 
Numero: 
15|12
ISBN/ISSN/DOI: 
978-88-98650-36-1
Data pubblicazione: 
13/05/2015

Introduction
1. National forms of criminal accountability
2. The International Criminal Court and Africa
3. The ICC as a political actor in ongoing crises
4. The African Union in South Sudan
5. The state of accountability in Africa and Europe’s role - conclusions and solutions
References

Area di ricerca

Tag