La trincea bielorussa

Mentre l'Unione europea non riesce a prendere una decisione sulle sanzioni all'establishment di Minsk - in un summit straordinario i presidenti del Consiglio europeo Charles Michel e della Commissione europea Ursula von der Leyen annunciarono di non riconoscere il risultato delle elezioni del 9 agosto - a causa del veto di Cipro (che chiede pari trattamento per la Turchia), il braccio di ferro tra il presidente uscente Aleksandr Lukashenko e la rivolta di piazza in Bielorussia è entrato in una fase di stallo favorita anche dall'esitazione del Cremlino.

Tag